Carta della Mobilità

Consulta 
qui la nostra Carta della Mobilità (ultimo aggiornamento 15/09/2015).


Di seguito una sintesi delle indicazioni utili per il viaggio...

ACQUISTO TITOLI DI VIAGGIO

Il passeggero prima di salire sui mezzi è tenuto ad acquistare il documento di viaggio presso le rivendite di biglietti o abbonamenti Umbria Mobilità o presso le rivendite autorizzate (bar, edicole, tabaccherie …).
In caso di necessità il viaggiatore può acquistare il titolo di viaggio a bordo dei mezzi a prezzo maggiorato, fornendo al conducente l’esatto importo in contanti.
Il titolo di viaggio deve essere sempre convalidato non appena saliti a bordo ed esibito a semplice richiesta del personale in servizio e/o di verifica.
Il biglietto convalidato e parzialmente utilizzato e gli abbonamenti sono personali e non cedibili.


CONVALIDA TITOLI DI VIAGGIO

Il titolo di viaggio deve essere sempre esibito al conducente non appena saliti a bordo e immediatamente convalidato.
Dopo la convalida è opportuno verificare l’esattezza della timbratura (data-ora).
Eventuali anomalie o guasti dei dispositivi di convalida dei titoli di viaggio vanno segnalati tempestivamente al personale di servizio.


LE REGOLE DEL VIAGGIO
1)    munirsi del titolo di viaggio, convalidarlo utilizzando le apposite obliteratrici e mostrarlo al personale di servizio ogni qualvolta venga richiesto;
2)    in caso di mancata convalida del biglietto, il cliente dovrà darne tempestiva comunicazione al personale di servizio;
3)    rispettare scrupolosamente le istruzioni e le disposizioni dell'Azienda, nonché le indicazioni   ricevute dal personale di servizio;
4)    utilizzare le infrastrutture di trasporto seguendo le regole prefissate - insieme a quelle del vivere civile - non compromettendo in alcun modo la sicurezza del viaggio ed i livelli del servizio per se  stesso e per tutti gli altri viaggiatori;
5)    agevolare, durante il viaggio, le persone anziane e le persone con difficoltà motorie evitando di occupare i posti loro riservati , che dovranno in ogni caso essere ceduti a richiesta degli aventi diritto;
6)    non occupare più di un posto a sedere per passeggero;
7)    sorreggersi agli appositi sostegni e maniglie durante la marcia in vettura;
8)    non sporcare e non danneggiare vetture,  impianti, strutture e accessori;
9)    rispettare il divieto di fumo all'interno dei mezzi e dei locali ove tale divieto è prescritto;
10)    non adottare comportamenti che possano creare disturbo alle altre persone. Non ostruire il passaggio creando ingombro ed evitare di fermarsi davanti alle porte e alle obliteratrici.
11)    tutte le fermate degli autobus e alcune fermate ferroviarie, individuate da apposito simbolo nel quadro orario, sono a richiesta:
In salita - manifestare al personale l'intenzione di salire in vettura facendo cenno con la mano all’avvicinarsi del mezzo;
In discesa- premere per tempo il pulsante di prenotazione di fermata dell’autobus o avvisare il capotreno al momento del controllo del titolo di viaggio o, comunque, in tempo utile prima della fermata;
12)    utilizzare le porte di entrata e di uscita così come indicato dall’apposita segnaletica sui mezzi;
13)    non chiedere all’autista degli autobus di scendere fuori fermata: per la sicurezza dei viaggiatori è consentito scendere solo nello spazio delle fermate stesse;
14)    adottare nei confronti del personale aziendale comportamenti di rispetto e collaborazione per favorirli nello svolgimento del servizio;
15)    non esercitare attività pubblicitarie o commerciali, anche se a scopo benefico, senza il consenso dell’Azienda;
16)    le riprese fotografiche, televisive e cinematografiche, all'interno di mezzi, impianti e strutture aziendali devono essere preventivamente autorizzate da Umbria Mobilità.
17)    non usare i segnali di allarme o qualsiasi dispositivo di emergenza, se non in caso di grave ed  incombente pericolo;
18)    non trasportare oggetti compresi tra quelli classificati nocivi o pericolosi, senza rispettare le   limitazioni/indicazioni stabilite dall'Azienda;
19)    non accedere nelle vetture in stato di ebbrezza manifesta o, comunque, in condizioni psicofisiche tali da creare impedimento al regolare svolgimento del servizio;
20)    il cliente è responsabile nei confronti di Umbria Mobilità per qualsiasi danno determinato dall’inosservanza  degli obblighi e dei divieti espressi dal regolamento aziendale e dalla normativa vigente. E’ inoltre responsabile nei confronti di Umbria Mobilità per qualsiasi danno causato dagli oggetti o animali che porta con sé.

ACCESSIBILITA’  PER LE PERSONE CON DISABILITA’ E MOBILITA’ RIDOTTA

NEGLI AUTOBUS:
Tutti gli autobus in servizio sui servizi urbani sono dotati di pedane che agevolano l’accesso ai passeggeri con mobilità ridotta.
Per le escursioni turistiche è disponibile un autobus dotato di un elevatore e fino a 4 posti carrozzella attrezzati.
NEI TRENI:
Per facilitare l’accesso alle persone disabili o con mobilità ridotta su ogni carrozza vengono riservati due posti ai soggetti appartenenti alle categorie deboli.
Alcuni treni sono dotati di piani di accesso ribassati e pedane per la salita  discesa dei disabili.
Sui treni il servizio di assistenza alle persone disabili e con mobilità ridotta si può attivare telefonando, almeno 24 ore prima della partenza, alla biglietteria “La Vecchia Stazione” – tel. 075 5754046 aperta dal lunedì al venerdì 7.00 -19.00 e il sabato 7.00 - 14.00.

NEI TRAGHETTI:
Sui traghetti il servizio di assistenza alle persone disabili e con mobilità ridotta si può attivare telefonando, almeno 24 ore prima della partenza, alla biglietteria di Passignano s.T. - tel. 075 9637702
IL SITO INTERNET
Tutti gli orari e le tariffe dei servizi Umbria Mobilità relativi a trasporto urbano, extraurbano, ferroviario, di navigazione e di mobilità alternativa sono accessibili alle persone ipovedenti e non vedenti nell’apposita sezione “WEB ACCESSIBILE”.
 

TRASPORTO BAGAGLI
NEGLI AUTOBUS:
Il passeggero può trasportare gratuitamente un solo bagaglio a mano che non superi le dimensioni di cm. 50x30x25.
In tutti gli altri casi è tenuto ad acquistare un biglietto per ogni bagaglio.
Fucili da caccia: è consentito il trasporto gratuito di un fucile da caccia purché scarico e contenuto nell'apposito fodero. Le cartucce devono essere accuratamente custodite negli appositi contenitori.
Non è, comunque, consentito il trasporto di oggetti eccessivamente ingombranti o pericolosi, né l’Azienda è responsabile per furti, manomissioni, deterioramento e totale o parziale perdita degli oggetti trasportati.

NEI TRAGHETTI:
Il passeggero può trasportare gratuitamente fino a due valigie purché nessun lato di queste superi i 50 cm.
In tutti gli altri casi il passeggero è tenuto d acquistare un biglietto per ogni bagaglio.
Non è, comunque, consentito il trasporto di oggetti eccessivamente ingombranti o pericolosi, né l’Azienda è responsabile per furti, manomissioni, deterioramento e totale o parziale perdita degli oggetti trasportati.

NEI TRENI:
Il passeggero può portare con sé gratuitamente i bagagli purché posti nello spazio messo a disposizione e non rechino disturbo o danno agli altri viaggiatori, non ostacolino le attività di servizio del personale ferroviario e non danneggino le vetture.
Non è, comunque, consentito il trasporto di oggetti eccessivamente ingombranti o pericolosi, né l’Azienda è responsabile per furti, manomissioni, deterioramento e totale o parziale perdita degli oggetti trasportati.
TRASPORTO BICICLETTE

SUGLI AUTOBUS:
Sugli autobus è consentito il trasporto delle biciclette pieghevoli, completamente ripiegate al fine di ridurre al massimo l'ingombro, nel limite di una bicicletta per passeggero; il trasporto di biciclettepieghevoli è effettuato a titolo gratuito.

NEI TRAGHETTI:
È consentito il trasporto biciclette nelle tratte autorizzate tutti i giorni ad eccezione delle festività nazionali, ove lo permettano il tipo di motonave in servizio, le condizioni del traffico e meteorologiche. La bicicletta è considerata bagaglio al seguito del singolo passeggero munito di regolare titolo di viaggio, che dovrà provvedere al carico, allo scarico del mezzo e alla sua custodia durante il trasporto, esonerando Umbria Mobilità Esercizio da ogni responsabilità. Il trasporto della bicicletta comporta il pagamento, per ciascun mezzo, di un supplemento giornaliero non cedibile, valevole su tutte le linee che svolgono il servizio di trasporto biciclette.

NEI TRENI:
È consentito il trasporto biciclette, purché sistemate in modo tale da non costituire pericolo e intralcio per i passeggeri previa prenotazione telefonica 3 giorni prima al numero 0755732864 (Biglietteria "Vecchia Stazione", Piazzale  Bellucci,  Perugia).
In ogni caso la prenotazione sarà consentita solo qualora lo permettano le condizioni di sicurezza dei passeggeri e la composizione del treno, ad insindacabile giudizio del personale aziendale.
Il trasporto della bicicletta comporta il pagamento, per ciascun mezzo, di un supplemento giornaliero non cedibile valevole 24 ore dalla prima convalida.
TRASPORTO DI BAMBINI
NEGLI AUTOBUS :
I bambini di età inferiore ai 6 anni, accompagnati da un adulto pagante, possono viaggiare gratuitamente. Chi accompagna più di un bambino di età inferiore ai 6 anni deve acquistare un biglietto ogni 2 bambini.

NEI TRAGHETTI:
I bambini di età inferiore ai 6 anni possono viaggiare gratuitamente (1 bambino per ogni adulto).

NEI TRENI:
I bambini fino a 4 anni non ancora compiuti viaggiano gratuitamente purché accompagnati da un adulto e purché non occupino un posto a sedere.
I bambini con età da 4 a 12 anni non ancora compiuti hanno diritto allo sconto del 30% sul prezzo del biglietto di tariffa ordinaria.
Sul servizio urbano del territorio di Perugia con l’utilizzo di biglietti UP i bambini di età inferiore ai 6 anni, accompagnati da un adulto pagante, possono viaggiare gratuitamente. Chi accompagna più di un bambino di età inferiore ai 6 anni deve acquistare un biglietto ogni 2 bambini.
PASSEGGINI PER BAMBINI
NEGLI AUTOBUS :
È consentito trasportare gratuitamente carrozzine e passeggini per bambini, purché chiusi e sistemati in modo tale da non costituire pericolo e intralcio per i passeggeri.
Nei servizi urbani è possibile tenere il passeggino aperto, purché lo stesso sia posizionato contromarcia e frenato e purché il bambino abbia le cinture di sicurezza adeguatamente allacciate.

NEI TRAGHETTI:
È consentito trasportare gratuitamente carrozzine e passeggini per bambini, purché sistemati in modo tale da non costituire pericolo e intralcio per i passeggeri.

NEI TRENI:
È consentito trasportare gratuitamente carrozzine e passeggini per bambini, purché chiusi e sistemati in modo tale da non costituire pericolo e intralcio per i passeggeri.
TRASPORTO DI ANIMALI
NEGLI AUTOBUS:
Il passeggero può portare con sé gratuitamente gatti o cani di piccola taglia purché non occupino posti a sedere e vengano trasportati in modo da non arrecare molestia agli altri viaggiatori.
I cani dovranno essere muniti di museruola e guinzaglio.
È consentito l’accesso negli autobus anche dei cani di media taglia, purché il proprietario provveda:
- a munirsi di titolo di viaggio debitamente convalidato anche per il cane;
 - a munire il cane di museruola fitta e solida, tale da impedire che possa mordere;
- a condurre costantemente il cane munito di museruola al guinzaglio.
I cani guida per non vedenti viaggiano gratuitamente.
I passeggeri che accompagnano gli animali sono tenuti a risarcire gli eventuali danni provocati a cose e/o persone. Il rilevamento da parte del personale aziendale del mancato rispetto delle norme sopra citate, il notevole affollamento delle vetture, il pregiudizio della sicurezza dei passeggeri e del personale, il disturbo ai viaggiatori e il danneggiamento del mezzo possono comportare, ad insindacabile giudizio del personale aziendale, l’allontanamento dell’animale e l’interruzione del viaggio senza alcun diritto al rimborso del biglietto

NEI TRAGHETTI:
 Il passeggero può trasportare con sé gratuitamente gatti o cani di piccola taglia se tenuti in braccio e in modo tale da non arrecare disturbo agli altri clienti. Il passeggero può portare con sé cani di media e grossa taglia, purché muniti di museruola e guinzaglio, pagando un titolo di viaggio giornaliero di € 2,00.
I passeggeri che accompagnano gli animali sono tenuti a risarcire gli eventuali danni provocati a cose e/o persone.

NEI TRENI:
E’ ammesso il trasporto gratuito di cani o gatti di piccola taglia ed altri piccoli animali domestici purché chiusi in appositi contenitori di dimensioni non superiori a cm. 70x50x30 e purché vengano trasportati in modo da non arrecare disturbo o molestia agli altri viaggiatori.
Per ogni contenitore eccedente le dimensioni sopra citate è dovuto il pagamento di un biglietto di seconda classe con la riduzione del 50% sulla tariffa ordinaria.
E’ altresì ammesso il trasporto, dietro pagamento di un biglietto di seconda classe con la riduzione del 50% sulla tariffa ordinaria di corsa semplice:
- di cani di piccola taglia sciolti con museruola e guinzaglio, a condizione che gli altri viaggiatori lo consentano e purché il proprietario lo tenga sotto la sua diretta sorveglianza;
- di un cane di grossa taglia quando non rechi disturbo, munito di museruola e guinzaglio, perché sosti sulla piattaforma di ingresso.
I cani guida per non vedenti viaggiano gratuitamente.
I cani dovranno essere sempre muniti di museruola e guinzaglio.
In nessun caso gli animali ammessi nelle carrozze possono occupare posti destinati ai viaggiatori e, in caso che gli animali stessi diano disturbo agli altri viaggiatori, il proprietario è tenuto ad occupare altro posto eventualmente disponibile o a scendere dal treno.
SCIOPERI

A norma di quanto previsto dalla L. 146/1990 modificata dalla legge 83/2000 l’Azienda darà tempestiva comunicazione sulle modalità degli scioperi previsti. In base alla legge sopra richiamata, in caso di  sciopero, tutti i servizi saranno comunque garantiti nelle  fasce orarie di garanzia.

RISARCIMENTO DANNI PER RESPONSABILITÀ CIVILE
L’Azienda provvede al rimborso di eventuali danni a cose o persone provocati per propria
responsabilità civile nei seguenti casi:
 
       danni procurati a terzi dalla circolazione dei veicoli;
       danni ai passeggeri durante la permanenza a bordo
       dell’autobus o all’atto della salita o discesa dello stesso;
       danni ai bagagli, agli indumenti dei passeggeri ed alle cose in generale trasportate da terzi (esclusi denaro, preziosi e titoli).
 
Per accedere all’eventuale indennizzo:
Il cliente dovrà contattare al momento dell’incidente, l’autista del mezzo o il capotreno interessato per segnalare il danno subito e fornire le proprie generalità ed eventuali
recapiti, nonché acquisire testimonianze;
In caso di cadute o urti all’interno dell’autobus, il conducente chiederà al cliente se abbia necessità dell’intervento del 118; in caso contrario il cliente dovrà acquisire testimonianze di altri viaggiatori presenti al momento dell’accaduto, da presentare scritte e firmate all’ufficio sinistri di Umbria Mobilità per l’eventuale richiesta danni.
 
Entro e non oltre 48 ore dall’accaduto, il cliente dovrà contattare Umbria Mobilità, fornendo  comunicazione in forma scritta al fine di attivare la relativa procedura di denuncia.
Successivamente il cliente dovrà contattare l’Ufficio Sinistri aziendale, tel. 075.506.78.81, per accertare l’avvenuta denuncia del sinistro da parte del conducente e per ulteriori  informazioni sull’esito della pratica.
In seguito, il cliente dovrà contattare per l’attivazione della procedura di rimborso la compagnia Assicuratrice a cui la Società avrà trasmesso la documentazione del caso.
SUGGERIMENTI E RECLAMI
I clienti possono far pervenire all’azienda i propri suggerimenti o reclami attraverso i seguenti canali di contatto con il pubblico
  • l’indirizzo di posta elettronica info@umbriamobilita.it
  • il form “Aiutaci a migliorare il nostro servizio” presente sulla sezione “Contattaci” del sito www.umbriamobilita.it;
  • contattando l’Ufficio Relazioni con il Pubblico presente nella sede legale e amministrativa di PERUGIA, Strada Santa Lucia 4, tel. 075 9 637 637, dal lunedì al venerdì dalle ore 7.30 alle 19.30 e il sabato dalle 7.30 alle 14.00;
  • presentandosi presso gli altri uffici presenti sul territorio:    
 
TERNI
P.le della Rivoluzione Francese, 05100 Terni
informazioni/reclami: 0744 402900
SPOLETO:
SS Flaminia km 127,700
tel: 0743 212208 - fax 0743 47807
 
All’atto della presentazione del reclamo, il cliente dovrà indicare le proprie generalità e fornire tutti gli elementi in suo possesso relativamente a quanto ritiene abbia costituito oggetto di contestazione, oltre a fornire le testimonianze scritte e firmate di altre persone eventualmente presenti.
I dati conferiti saranno trattati ai sensi del D.Lgs 196/2003.
L’azienda si impegna ad evadere tutte le richieste scritte ed a motivare la propria risposta, entro 30 giorni dalla data del ricevimento, salvo necessità di particolari riscontri ed approfondimenti.
In ogni caso verranno fornite, telefonicamente, risposte brevi per qualsiasi situazione, ove ciò risulti possibile.
RIMBORSI
Autobus
Nessun rimborso è dovuto qualora il ritardo o l’interruzione di servizio derivino da circostanze e fattori al di fuori del controllo dell’Azienda (calamità naturali, eventi atmosferici, interruzioni stradali, guasti al veicolo). Il rimborso potrà essere
corrisposto qualora:
·         il servizio venga soppresso senza una preventiva informazione;
·         si verifichino ritardi imputabili all’Azienda che comportino un grave e dimostrato danno al cliente.
In particolare:
·         Per il servizio urbano: in caso di servizio non effettuato o interrotto, per cause imputabili all’Azienda, in un arco di tempo in cui non vi siano altre corse sulla linea interessata o non intervenga un servizio sostitutivo entro 60 minuti.
·         Per il servizio extraurbano : nel caso in cui la partenza o il passaggio subisca, per cause imputabili all’Azienda, un ritardo di oltre 60 minuti e non vi siano altre corse in partenza nello stesso lasso di tempo.
Il rimborso sarà pari al valore del documento del titolo di viaggio pagato; in caso di utilizzo di taxi verrà rimborsato, dietro esibizione di ricevuta, un corrispettivo massimo fino a tre volte il costo della corsa aziendale che si sarebbe inteso utilizzare.
  
Parcheggi
Nessun rimborso è dovuto verso gli utenti che non utilizzino il parcheggio di superficie dopo aver acquistato il biglietto presso gli appositi dispositivi automatici, mentre nei parcheggi in struttura è sempre previsto un tempo libero di almeno 5 minuti, entro il quale l’utente può uscire senza dover corrispondere alcuno pagamento.
All’ingresso di tutti i parcheggi in struttura è affisso il regolamento, nel quale sono dettagliate le disposizioni di ogni singolo sito.
Le aree di parcheggio gestite da Umbria Mobilità, ove non diversamente segnalato con appositi cartelli, sono da intendersi “non custodite”, pertanto l’Azienda non potrà essere ritenuta responsabile di danneggiamenti o furti all’interno dei veicoli.
 
Treno
Il biglietto di corsa semplice, non convalidato, è rimborsabile da fatto proprio, purché di importo superiore a euro 8,00.
Il biglietto di abbonamento annuale e scolastico, è rimborsabile anche per mancato utilizzo da parte del cliente, dipendente da fatto proprio, nella quota non fruita, arrotondata al primo mese di mancata fruizione.
I biglietti di abbonamento settimanali e mensili non sono in alcun caso rimborsabili.

CONDIZIONI CONTRATTUALI PER IL RILASCIO ED UTILIZZO DELL’ ABBONAMENTO

1.     La tessera di abbonamento rilasciata dalla Società è un titolo di viaggio nominativo, personale e non cedibile a terzi, anche se facenti parte dello stesso nucleo familiare; qualsiasi abuso nel suo utilizzo può essere perseguito a norma di legge.

2.      Il pagamento dell’abbonamento annuale può essere rateizzato nelle modalità e condizioni indicate dalla Società. Il mancato puntuale pagamento, anche di una sola rata, comporta la sospensione della validità del titolo e la decadenza dal beneficio della rateizzazione. La Società potrà agire immediatamente per il recupero dell’intero importo residuo. Il mancato utilizzo dell’abbonamento non legittima l’interruzione del pagamento dell’intero importo.
3.      La Società non rimborsa il costo dell’abbonamento per il suo eventuale mancato utilizzo parziale o totale, salvo casi particolari oggettivamente motivati, riferiti esclusivamente all’abbonamento annuale e soggetti a valutazione discrezionale della Società stessa.
4.      Il cliente è tenuto a portare con sé l’abbonamento. L’accesso agli autobus è autorizzato solo ed esclusivamente se muniti di valido titolo di viaggio. Il cliente che sale a bordo degli autobus è tenuto ad esibire l’abbonamento al conducente, il quale nell'esercizio delle sue funzioni assume veste di soggetto incaricato di pubblico servizio, per permetterne il controllo a vista. Successivamente il Cliente dovrà avvicinare la tessera di abbonamento alla obliteratrice per la verifica istantanea della regolarità del titolo. Il Cliente che, sebbene abbonato, sia sprovvisto dell’abbonamento, dovrà comunque acquistare il biglietto per la corsa semplice.
5.      Il Cliente ha l’obbligo di esibire al personale ispettivo della società il titolo di viaggio. Se in fase di verifica a bordo, venisse trovato sprovvisto di abbonamento o con abbonamento irregolare, non leggibile da obliteratrice o non valido, sarà tenuto al pagamento del biglietto, oltre alla sanzione prevista dall’art. 10 della legge regionale 2 settembre 1991 n. 24 e successive modifiche e integrazioni. Se l’importo della sanzione non viene regolato immediatamente, il Cliente è tenuto ad esibire un documento di riconoscimento valido al personale ispettivo, il quale nell’esercizio delle sue funzioni riveste il ruolo di pubblico ufficiale, per permettere la redazione del relativo verbale di contestazione. La condotta del Cliente che si rifiuti di fornire le proprie generalità per l’identificazione ovvero fornisca dichiarazioni false, costituisce comportamento perseguibile penalmente. In caso di qualsiasi violazione che rivesta carattere penale, la Società provvederà alla prescritta denuncia o querela all’Autorità Giudiziaria.
6.      Il Cliente, che al momento del controllo risultasse sprovvisto di abbonamento, sarà soggetto alla sanzione prevista dall’art. 10 della legge regionale 2 settembre 1991 n. 24 e successive modifiche e integrazioni. La sanzione amministrativa sarà ridotta ad € 6,20, nel caso in cui il titolare dell’abbonamento dimostri il possesso del titolo, presso le biglietterie o uffici Aziendali, entro 48 ore dalla contestazione, esibendo contestualmente un valido documento di riconoscimento. 
7.      In caso di smarrimento, furto o deterioramento che non consenta l’identificazione del Cliente, questi è tenuto a richiedere il rilascio di un duplicato.
La richiesta deve essere corredata da autocertificazione in caso di smarrimento, (come da apposito modulo da richiedere alle biglietterie), dalla denuncia di furto, rilasciata dalle autorità di Pubblica Sicurezza, dalla riconsegna del titolo deteriorato, nonché copia di valido documento di riconoscimento.  
In caso di smarrimento o deterioramento il costo del duplicato è pari a € 25,00.
In caso di furto, presentando copia della denuncia rilasciata dalle autorità di Pubblica Sicurezza, il costo del duplicato è pari a € 7,00.
Si precisa che qualora il personale di verifica dovesse contestare al Cliente un abbonamento deteriorato, applicherà la sanzione di cui all’art. 10 della legge regionale 2 settembre 1991 n. 24 e successive modifiche e integrazioni, procederà al ritiro dell’abbonamento con obbligo del Cliente di richiedere un duplicato presso le biglietterie. Nel caso in cui la richiesta di duplicato avvenga entro 2 giorni dalla data di contestazione, la sanzione sarà annullata, fermo restando il pagamento previsto per il rilascio del duplicato.   
Anche in caso di abbonamento integro ma non leggibile da obliteratrice, il cliente dovrà richiedere un duplicato, che verrà rilasciato gratuitamente.
 L’abbonamento smarrito o rubato, anche se ritrovato, non potrà essere più utilizzato e dovrà essere immediatamente consegnato alla Società presso la sede di emissione del duplicato.Il duplicato non è rimborsabile.
8.        L’uso di una tessera di abbonamento:
 
·         alterata o contraffatta;
·         con foto danneggiata o dati anagrafici non leggibili;
·         intestata ad altra persona;
·         annullata per emissione di un duplicato;
 
comporta il pagamento del biglietto e della relativa sanzione. In tutti i casi indicati il personale ispettivo della Società procederà al ritiro dell’abbonamento.
Qualora da tali fatti sia configurabile un reato si provvederà, altresì, alla prescritta denuncia o querela all’Autorità Giudiziaria.
Qualora l’abbonamento venisse trovato in uso a terzi, si procederà all’immediato ritiro dell’abbonamento e qualora il fatto costituisca reato si procederà alla denuncia del fatto presso le sedi competenti.
9.                    Il Cliente dichiara di conoscere ed accettare anche le regole del viaggio e i diritti dei passeggeri previsti nella carta della mobilità, pubblicata al seguente indirizzo internet www.umbriamobilita.it e con la sottoscrizione del presente atto, si impegna ad osservarle integralmente.
10.                Il Cliente si impegna a comunicare alla Società, qualunque cambiamento riguardante le informazioni rilasciate alla sottoscrizione del presente modulo.
11.                Il Cliente dichiara di voler ricevere tutte le comunicazioni al proprio indirizzo di posta elettronica o all’indirizzo indicato nel presente modulo.



©2011-2016 UMBRIA TPL E MOBILITÀ SPA | STRADA SANTA LUCIA 4, 06125 PERUGIA | ISCR. REGISTRO IMPRESE DI PERUGIA, C.F. E P.I. 03176620544 | R.E.A. PG 269463
INFO@UMBRIAMOBILITA.IT | TEL. 075 9 637 001 – UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO 075 9 637 637 – 0744 40 29 00 | DESIGN ZUP